Il 16 febbraio 2017 si è tenuta la Prima Conferenza Regionale Care Leavers Network del Piemonte promossa dall’Associazione Agevolando in cui i giovani care-leavers del Piemonte hanno presentato le loro attività e le loro riflessioni sui percorsi di accoglienza in comunità, casa-famiglia e affido. Si tratta di un gruppo di 12 ragazze e ragazzi tra i 16 e i 25 anni che sono stati accolti o che tuttora vivono in comunità di accoglienza/case famiglia/affidamento.

I ragazzi hanno preso la parola pubblicamente davanti ai presenti per esprimere le loro opinioni, attraverso un documento: “E’ importante creare rapporti di fiducia tra noi, gli educatori, gli psicologi e gli assistenti sociali, per riuscire ad essere ascoltati e sentirci trattati come persone”. Aspetto fondamentale la partecipazione: “Vi chiediamo di renderci partecipi a tutti i momenti che ci riguardano, è fondamentale che noi possiamo essere protagonisti del nostro progetto di vita. Anche parlare con i nostri coetanei che hanno vissuto il nostro stesso percorso può esserci utile per sentirci meno soli e più compresi”. I ragazzi chiedono inoltre fiducia e di non essere discriminati: “Non vogliamo più sentirci discriminati sulla base di una pessima informazione rispetto al tema delle comunità. Non vogliamo sentirci responsabili della situazione che abbiamo vissuto e per la quale noi stessi siamo vittime. Vi chiediamo di non fermarvi davanti alla paura dei nostri errori, abbiamo bisogno di sbagliare per crescere, abbiamo bisogno di seconde possibilità per rimetterci in gioco ed imparare attraverso nuove esperienze”.

Clicca qui per scaricare il testo integrale del documento dei ragazzi.

DONA